spedalone 2Cos’è “Spedalone” per noi? Per noi è l’impegno e l’onere a preservare, con tutte le nostre forze, un luogo che, da duemila anni , è abitato senza incidere sulla natura e sull’ambiente.
Il microsomo di Spedalone rappresenta un bene di cui non sentiamo la proprietà, ma solo l’onore, la passione e l’ amorevole dedizione a conservarlo, custodirlo, difenderlo e a tutelarlo nella sua totalità.
Sappiamo che tutti i nostri amici, passeggiando, se troveranno qualcosa, sapranno recuperarla per donare ancora la natura alla natura.
Tutti gli impianti tecnologici sono stati studiati con un particolare orientamento all'ambiente: abbiamo trovato un’acqua termale a circa 80 metri di profondità. Stiamo studiando un impianto di sfruttamento geotermico che ci permetterà di produrre con 1 kw di energia elettrica 4,5 kw di calore. Stiamo valutando la congruenza di un impianto fotovoltaico, posto a 300 metri dalla costruzione, per ridurre la nostra dipendenza energetica. Gli impianti elettrici sono a bassissima tensione, gli scarichi idrici sono stati silenziati. Tutte le linee elettrice e telefoniche sono state interrate.
L'acqua dei servizi idrici è recuperata dai tetti e da una vena che scende dalla "Castelaccina". La restante è fornita dall'acquedotto "del Vivo", una delle migliori acque della Toscana. L'azienda è condotta con metodi biologici, ora in periodo di conversione, controllata da ICEA.
Tutti i rifiuti vengono selezionati per il riutilizzo: l’acqua della pasta e vegetali per alimentare i nostri maiali, rifiuti umidi nel compostore per produrre, assieme a ramaglie cippate, terriccio da giardino. Le acque nere, dopo un trattamento biologico, vengono utilizzate per irrigare gli olivi; le acque chiare riutilizzate per i servizi aziendali.Tutte le acque dei tetti vengono raccolte per irrigare il nostro orto e gli olivi.
Tutti le azioni aziendali sono studiate per il minor dispendio energetico.
In estate  il nostro sistema di riscaldamento dell’acqua sanitaria funziona con la pompa di calore.
Prendiamo l’acqua della piscina, ne prendiamo cinque gradi e abbiamo ottomila litri d’acqua calda sempre a disposizione.
L’acqua della piscina arriverebbe anche a 32 gradi, che vi assicuro é troppo e non da ristoro quando fuori ne sono 40.
Raffreddiamo la cantina, con l’acqua di ritorno e spendiamo 3€ al giorno di energia.

www.poderespedalone.it


Condividi | |