L’Università di Siena ha una lunga tradizione di impegno sui temi della sostenibilità, temi che rientrano tra le sue priorità strategiche. Recentemente, all’Università di Siena è stato affidato il prestigioso incarico di coordinatore per l’area del Mediterraneo del progetto Sustainable Development Solutions Network, promosso direttamente dall’ONU, attraverso il Segretario generale Ban Ki Moon e guidato dall’economista della Columbia University Jeffrey Sachs.
L’evento di lancio delle attività del network del Mediterraneo - MED-SDSN - è avvenuto proprio nei giorni scorsi presso la Certosa di Pontignano, con un meeting che, sotto il coordinamento del Rettore Angelo Riccaboni e del Professore Jeffrey Sachs, ha visto la presenza di rappresentanti di numerose istituzioni accademiche e del mondo imprenditoriale provenienti da quasi tutti i paesi che si affacciano sul Mediterraneo.
A differenza di precedenti iniziative, l’obiettivo di MED-SDSN è quello di individuare possibili soluzioni, subito praticabili e indirizzate a risolvere specifici problemi emergenti, in un orizzonte di riconciliazione tra equità ambientale e sociale ed esigenze dello sviluppo economico, senza compromettere i bisogni e i diritti delle future generazioni. Il solido radicamento dell’Università di Siena nella tradizione di un territorio che ha saputo valorizzare il suo patrimonio paesaggistico, storico e culturale, riproponendolo come modello naturale di sviluppo in Europa e nel mondo, ha giocato un ruolo fondamentale e immediato nella scelta dell’Ateneo senese di abbracciare attivamente il progetto promosso dall’Onu, arrivando a coordinarne le attività nella regione mediterranea.
Nel prossimo futuro, l’Università di Siena potenzierà l’offerta formativa nel campo della sostenibilità, attraverso iniziative mirate che coinvolgeranno anche gli studenti e che metteranno a disposizione dei giovani le conoscenze e le esperienze accumulate in questo settore. L’adesione al Patto di Comunità avviene, dunque, in perfetta coerenza con le strategie e i principi di fondo che stanno guidando l’Università di Siena nella sua fase di rinnovamento e sviluppo.

www.unisi.it

 


Condividi | |