playenergyLa provincia senese, con Chiusdino e Chianciano Terme, diventa una delle capitali dell'energia: la scuola primaria "Dina Ferri" di Chiusdino e la scuola secondaria di I grado "Federigo Tozzi" di Chianciano Terme si sono aggiudicate le Menzioni Speciali a livello regionale per le rispettive categorie nella decima edizione del "Play Energy Enel", il concorso ludico didattico che Enel dedica al mondo della scuola in Italia e nel mondo.

Un'edizione davvero emozionate, quella del decennale, che ha visto oltre 350 scuole toscane sfidarsi con originali progetti sui temi delle rinnovabili e del risparmio energetico. In Italia sono state coinvolte oltre 6.600 scuole e circa 85.000 studenti per un totale di  1800 progetti. Al concorso hanno preso parte anche scuole di 10 Paesi nel mondo in cui Enel opera: Russia, Brasile, Cile, Costa Rica, Guatemala, Panama, Romania, Spagna e Slovacchia.

La Giuria toscana, composta da rappresentanti del mondo istituzionale, del giornalismo e della scuola, ha esaminato i progetti considerando i criteri di creatività e fattibilità ed ha decretato i tre vincitori suddetti per le categorie in gara relative a scuola primaria, secondaria di I grado e di II grado.

I primi premi sono andati a scuole di Firenze, Scandicci e Pistoia, mentre nelle menzioni speciali si sono distinti gli istituti senesi: la classe quinta della scuola primaria "Dina Ferri" di Chiusdino, guidate dalle insegnanti Roberta Peccianti e Valentina Magi, si è distinta per il progetto "Energia idroelettrica", che propone in modo originale un ulteriore sviluppo delle rinnovabili da fonte idroelettrica, mentre le classi terze sez. A, B e C e la I A della scuola media "Federigo Tozzi" di Chianciano Terme, coordinate dalla prof. Lucia Guardo, hanno meritato la menzione speciale con il progetto "Creazioni energetiche", idee creative per l'innovazione tecnologica nel settore delle rinnovabili.


Condividi | |